LOADING

Digita per Cercare

PRIMI RICETTE

Carbonara: la nostra ricetta perfetta

rigatoni alla carbonara

È forse il nostro “comfort food” preferito, e oggi in occasione del Carbonara Day non poteva mancare sulla nostra tavola. Ecco la ricetta perfetta della nostra Carbonara.

Ingredienti:
– 400 g rigatoni
– 200 g guanciale
– 5 tuorli d’uovo
– 60 g pecorino romano stagionato grattugiato
– 20 g parmigiano grattugiato
– q.b. pepe nero
– q.b. sale

Per prima cosa mettete a bollire abbondante acqua leggermente salata per lessare la pasta.

Poi tagliate il guanciale a cubettini. Mettetelo in una padella antiaderente e fatelo soffriggere a fuoco bassissimo fino a che il grasso non sia ben sciolto e la parte di magro ben croccante.

Cuocete i rigatoni per il tempo riportato sulla confezione.

A questo punto mettete i tuorli in una bowl di acciaio conditeli con un pizzico di sale e un po’ di pepe nero. Sbattete con una forchetta solo per mischiare bene senza incorporare troppa aria.

In una piccola ciotola mischiate il pecorino e il parmigiano grattugiato.

Ora scolate la pasta con una schiumarola e versatela nella padella con il guanciale. Saltatela per un minuto in modo che si condisca bene con il guanciale ed il suo grasso.

Adesso versatela nella bowl d’acciaio con le uova e data una prima mescolata. Spostate la ciotola sopra la pentola sopra la pentola con l’acqua bollente con il fuoco spento, e mescolate bene fino a che non è ben mantecata.

Disponete un mestolo dei vostri rigatoni sui piatti, spolverateli con un’abbondante macinata di pepe nero e una di formaggio.

Servite i vostri rigatoni alla carbonara ben caldi in modo da apprezzare appieno tutto il loro gusto e profumo!

NB: per preparare la carbonara potete utilizzare gli spaghetti, ma se siete più di due è preferibile utilizzare una pasta corta come i rigatoni, le mezze maniche o le penne.

Qui potete trovare la nostra ricetta della Spaghetti cacio, pepe e cacao, qui gli Spaghetti Cacio e 7 pepi, mentre qui La nostra Gricia

rigatoni alla carbonara
Tags:
Articolo Precedente

Ti potrebbe anche piacere...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Storie Collegate