LOADING

Digita per Cercare

UNA MATTINA AL MERCATO

Avocado “born in Sicily”

avocado italiano

Già lo scorso settembre vi abbiamo portato con un viaggio virtuale alla scoperta del mango siciliano al mercato di Giarre. Oggi per “una mattina al mercato” vogliamo riandarci per farvi scoprire i meravigliosi Avocado “born in Sicily”.

Questo esotico originario del Messico e del centro America della famiglia delle Lauracee è stato inviato a coltivare alcuni anni fa alle pendici dell’Etna, dove il microclima è perfetto per accogliere e far crescere questi alberi da frutto.

Sette sono le varietà più comuni, ognuna diversa per caratteriste e proprietà: Hass, Cocktail, Pinkerton, Fuerte, Ettinger, Nabal, Bacon, Lula.

L’avocado è ricco di “grassi buoni” e contrariamente a quanto si possa pensare, è un ottimo alleato per:
diminuire il colesterolo cattivo grazie ai grassi monoinsaturi;
– sono ricchi di vitamina A, E e K;
– tenere sotto controllo la glicemia;
– sono ricchi di antiossidanti possono aiutare nella prevenzione dei tumori (anche se ancora in fase di approfondimento).

Le caratteristiche che deve avere un avocado maturo pronto per essere mangiato sono:
– deve essere morbido: facendo una leggera pressione con entrambe le dita deve rimanere una leggera impronta, quindi se non rimane non è ancora pronto per essere gustato, e se invece le dita vanno in profondità è già passato di maturazione;
– il colore deve essere di un verde brillante e non deve avere macchie.

Il modo più facile per prepararne uno per essere degustato?
– Tagliartelo a metà con un coltello ben affilato;
– togliete il nocciolo;
– passate con un dito tra la polpa e la buccia, e se perfettamente matura si dovrà staccare alla perfezione.

In cucina può essere utilizzato in tantissimi modi, queste le nostre ricette:
Insalata di avocado e fragole
Crostata all’avocado
Rigatoni tonno e avocado
Pandoro avocado e cioccolato

Se volete riceverli direttamente a casa vostra senza alcuna fatica, potete contattare Sicilia Avocado cliccando qui.

avocado italiano
Tags:
Articolo Precedente
Nuovo Articolo

Ti potrebbe anche piacere...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Next Up