LOADING

Digita per Cercare

ANTIPASTI PANE, FOCACCE E LIEVITATI RICETTE SECONDI

Tarte Tatin salata ai pomodorini

Tarte Tatin salata ai pomodorini

Colori vividi e gioiosi, sapori golosi semplici e allo stesso tempo freschi ecco la ricetta della nostra Tarte Tatin salata ai pomodorini, il trionfo dell’estate a tavola da condividere in casa, in giardino o in spiaggia sotto l’ombrellone.

Un ottimo aperitivo, un antipasto, un secondo o addirittura un piatto unico per un pranzo al mare.

Ingredienti:
– 1 rotolo di pasta sfoglia rotonda
– 30 pomodorini gialli
– 30 pomodorini rossi
– q.b. sale fino
– q.b. pepe nero
– 60 g di burro
– q.b. origano fresco

Lavate bene i pomodorini e tagliateli a metà.

Mettete il burro nel vostro stampo per Tarte Tatin e fatelo sciogliere a fuoco basso fino a che non sarà completamente fuso.

Spolverate con sale e pepe. Disponete i pomodorini rivolti dalla parte del taglio sulla teglia alternando quelli gialli e quelli rossi in modo da fare un gioco di colore.

Adagiate delicatamente sopra ai pomodorini la pasta sfoglia ripiegando i bordi verso l’interno in modo da formare un bordo più spesso e resistente. Bucherellate con una forchetta la pasta sfoglia per far fuoriuscire l’umidità.

Infornate a 200°c in modalità ventilato, precedentemente preriscaldato, per circa 20 minuti o comunque fino a completa doratura della pasta sfoglia.

Sfornate e posizionate Tarte Tatin salata ai pomodorini su un piatto da portate e capovolgete immediatamente in modo che si stacchi senza problemi. Potrebbe capitare che alcuni pomodori si stacchino, non vi preoccupate, prendete delle pinzette e riposizionateli senza alcun problema.

Decorate con delle foglioline di origano fresco.

Lasciate riposare la vostra Tarte Tatin salata ai pomodorini per 5 minuti. Tagliate a spicchi e servite con un ottimo calice di prosecco.

Se volete un’altra Tarte Tatin salata ancora più godereccia per il vostro palato cliccate qui.

Tarte Tatin salata ai pomodorini
Tags:
Articolo Precedente
Nuovo Articolo

Ti potrebbe anche piacere...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Next Up