LOADING

Digita per Cercare

#SOCIALCORNER NORD VALLE D'AOSTA

Pont-Saint-Martin

Pont-saint-martin

Il ponte, il demonio e san Martino di Tours

Lungo la statale SS26 che va da Chivasso a Colle del Piccolo San Bernardo, si trova il comune, Pont-Saint-Martin il primo della Valle d’Aosta venendo dal Piemonte.

Il nome del comune è legato al suo ponte edificato secondo la legenda dal diavolo. Il demonio pare che propose a san Martino di Tours, quello che con la spada tagliò in due il suo mantello per donarne una metà a un mendicante infreddolito, di costruire il ponte sopra il torrente Lys a patto che avrebbe potuto prendere la prima anima che lo avrebbe attraversato. Furbamente san Martino fece attraversare per primo un cane, beffando il Demonio.

La storia del ponte

In realtà il ponte è stato costruito dai romani. La località era, infatti, chiamata in precedenza Ad pontem. Non è precisa la data dell’edificazione, ma secondo degli studiosi è del I secolo a.C. Il ponte ad un unico arco a sesto ribassato, ha una luce di 31,55 metri ed è alto 25 metri. Il materiale utilizzato per la costruzione è lo gneiss. È ancorato saldamente alle pareti di roccia da ambo i lati e sovrasta il torrente Lys, che proprio a Pont-Saint-Martin va a confluire nel Dora Baltea. Il ponte apriva in terra valdaostana la Via delle Gallie.

Utilizzato ininterrottamente fino al 1836, fino a quando è stato costruito un ponte in legno situato poco più a valle. Nel 1876 il ponte in legno è stato a sua volta sostituito con l’attuale costruzione in muratura.

Il Carnevale Storico di Pont-Saint-Martin

Se vi trovate nel periodo di carnevale da queste parti non preoccupatevi se troverete un diavolo appeso, non è altro che un fantoccio che ogni anno da oltre un secolo è il protagonista dello storico carnevale. Una pagina di storia scritta dai romani, una leggenda, una lezione di architettura, quando la semplice bellezza di un ponte diventa occasione di viaggio.

Ti è piaciuto il nostro racconto Pont-Saint-Martin puoi trovare altri racconti su altri luoghi particolari cliccando qui. Se non vuoi perdere i nostri scatti, seguici su Instagram @charmenoff

Questo brano è stato scritto ascoltando Chihuahua interpretato da Mina

Tags:
Articolo Precedente
Nuovo Articolo

Ti potrebbe anche piacere...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *