LOADING

Digita per Cercare

PANE, FOCACCE E LIEVITATI RICETTE

Focaccia col formaggio (di Recco)

focaccia col formaggio

La settimana scorsa abbiamo fatto un sondaggio su Instagram e il 90% di voi ci ha risposto che avrebbe voluto la ricetta della Focaccia col formaggio (di Recco) in modo da poterla fare comodamente a casa.

La ricetta è quella ufficiale che si trova sul disciplinare del Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio, spiegata in maniera semplice e passo passo in modo che sia fruibile anche ai non professionisti della panificazione, e soprattutto possa essere replicata con qualsiasi forno domestico.

A differenza della ricetta originale che prevede l’utilizzo di solo olio evo per spennellare la superficie prima di infornala, abbiamo ritenuto opportuno cospargerla con un emulsione di acqua e olio evo in modo che non si secchi durante la cottura dato che rispetto ad un forno professionale la cottura sarà un po’ più lunga.

Abbiamo messo volutamente “di Recco” racchiuso tra parentesi perché quella originale, inimitabile e soprattutto con il marchio IGP può essere acquistata e mangiata solo in alcuni esercizi commerciali nei comuni di Recco, Camogli, Sori e Avegno.

Se farete questa ricetta e la utilizzerete come pietanza unica per una cena, va bene per 4 persone, ma se inserirete all’interno di un antipasto va bene anche per 10 persone. Se userete le classiche teglie in dotazione con i forni domestici ce ne vorranno 3.

Ingredienti per l’impasto:
– 500 g farina W330 o manitoba
– 250 g acqua a temperatura ambiente
– 50 g olio evo
– q.b. sale fino

Per la stesura:
– q.b. semola di grano duro rimacinata
– q.b. olio evo

Per la farcitura:
– 1 kg crescenza

Per la superficie:
– 20 g olio evo
– 20 g acqua a temperatura ambiente
– q.b. sale fino

Mettete in una ciotola capiente la farina, il sale e mescolate bene.

Aggiungete l’acqua e l’olio e impastate fino ad ottenere un impasto ben amalgamato.

Spostate l’impasto su una spianatoia e lavoratelo per un 3/4 minuti fino a che non diventi omogeneo e liscio.

Dividete l’impasto in 6 parti uguali, pirlatelo in modo da far diventare sei palline perfette.

Coprite la palline con un canovaccio e lasciatele riposare, lontano da correnti d’aria e da fonti di calore, per almeno 30 minuti, ma da nostra esperienza l’ideale è 55/60 minuti.

Trascorso il tempo di riposo stendete ogni pallina con un matterello e un pizzico di semola di grano duro rimacinata fino a creare un rettangolo, e successivamente facendola roteare delicatamente sulle nocche delle mani in modo da non bucarla e farla diventare quasi trasparente.

Adagiate la sfoglia su una teglia unta con dell’olio evo. Ora mettete dei pezzetti di crescenza, grandi come un acino d’uva, su tutta la superficie in maniera equidistante. Ce ne vorrà circa 330 g a teglia.

Ora stendete una seconda pallina con lo stesso procedimento di quella precedente. Una volta stesa mettete sopra quella che avete farcito.

Passate con il matterello sopra i bordi della teglia in modo da tagliare la sfoglia in eccesso e sigillare i bordi in modo che il formaggio non esca durante la cottura.

A questo punto preparate un’emulsione con olio e acqua e spennellate su tutta la superficie.

Prima di informarla rompete l’impasto in più punti in modo da far uscire il vapore in eccesso.

Adesso è arrivato il momento di mettere la vostra focaccia col formaggio in forno preriscaldato al massimo della temperatura, quindi per un forno domestico circa 250°c, in modalità ventilata per 10/12 minuti, o comunque fino a che il formaggio non sia ben sciolto e la focaccia col formaggio ben dorata.

Durante la cottura rimarrete estasiati dal profumo che emanerà.

Sfornate la vostra focaccia col formaggio, tagliatela con un coltello ben affilato e servitela ancora molto calda.

Sapete qual è il modo migliore per gustarla? Arrotolare la focaccia col formaggio su stessa in modo che in bocca sarà una vera e propria esplosione di sapore con il meraviglioso contrasto della parte croccante esterna e una colata di formaggio fuso all’interno.

Ora che avete tutti i dettagli sul procedimento, siete pronti a prepararla con noi?

Se avete domande o richieste potete contattarci qui

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *