LOADING

Digita per Cercare

#SOCIALCORNER CENTRO MARCHE

La riserva naturale Sentina

Riserva naturale Sentina

“In ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca.”

Hohn Muir

Il nostro posto segreto del relax

Quando abbiamo bisogno di rilassarci “al volo” andiamo in un posto segreto dove la bellezza della natura ci rigenera e alleggerisce la mente dalle fatiche. Apprezziamo molto queste passeggiate, ma è possibile andare anche in mountain bike, alla Riserva naturale regionale Sentina. Istituita nel 2004, l’area costiera protetta si trova a confine della foce del fiume Tronto nel comune di San Benedetto.

Un posto dove osservare la flora e la fauna

L’area è sopravvissuta alle possenti opere di bonifica e all’edificazione selvaggia del secolo scorso. È preservato un ambiente di 177,5 ettari con la vegetazione tipica delle zone umide retrodunali e le praterie salmastre. La flora giunge fino alla spiaggia diradandosi mano mano lungo il tratto sabbioso, le ultime piante pioniere crescono di fronte al mare che con le sue onde bagnano la battigia. Il mare Adriatico in questo punto cambia colore, in base al periodo passa dal verde acqua e turchese, al grigio nelle giornate di tempesta.

Cambiano anche i suoni delle onde in base alle stagioni a volte quiete a volte burrascose. Ci si può sedere a riposare sedendosi sui tronchi levigati e spiaggiati, che sono stati trasportati dal fiume Tronto, sradicati più a monte dalla furia delle sue acque quando salgono di livello in seguito alle intense piogge. Una serie di costruzioni in legno dislocate in diversi punti della riserva consentono l’osservazione dell’avifauna migratoria e quella stanziale senza arrecarle alcun disturbo.

Fare birdwaching tutto l’anno

Ovviamente l’osservazione va fatta in assoluto silenzio per evitare che le specie si allontanino dai punti di osservazione. È uno spettacolo poter essere così vicini agli uccelli che qui fanno sosta durante i periodi migratori essendo l’unico punto tra le aree umide del Delta del Po e del Gargano, e osservare quelli che qui nidificano regolarmente. Armarsi di fotocamera è d’obbligo per gli amanti della fotografia, sarà facilissimo immortalare le specie e poterle riconoscere aiutati dalla cartellonistica che trovate all’interno delle casette.

Un posto per grandi e piccini

Pensiamo che sia un’occasione per i genitori, con un costo pari a zero, far conoscere questa riserva ai propri bambini, un utile percorso educativo per inoltrare i più piccoli alla conoscenza e al rispetto della natura godendone appieno in tutta sicurezza.

Se ti è piaciuto il nostro racconto sulla Riserva naturare Sentina, puoi trovare altre aree protette da visitare e fotografare cliccando qui. Se non vuoi perdere i nostri scatti, seguici su Instagram @charmenoff

Questo racconto lo abbiamo scritto ascoltando Following a bird di Ezio Bosso.


“Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata.”

Albert Heinstein

Tags:
Articolo Precedente
Nuovo Articolo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Next Up